Paolo e il libro abbandonato alle elementari

leggere_libri
Riprendere a leggere: si può

La storia di oggi è di un lettore che chiamerò con il solo nome di battesimo: Paolo. Stavamo chiacchierando di guerra e balle varie davanti ad un tè caldo (avevo freddo) e ad una Morettona da 66 (era l’ora dell’aperitivo) quando hanno iniziato a brillargli gli occhi e mi ha detto: “Ho ricominciato a leggere”.

Erano anni che non finiva un libro, anni che non sentiva la voglia di leggerne uno nuovo. “Sarà perchè non ho più Sky” mi ha detto con quel suo solito buttarla in vacca. Interessante è il percorso che ha fatto: è ripartito dal libro che aveva lasciato (molto meno che a metà) in quinta elementare. Sarà stato un senso di colpa, penso io, visto che su quel libro ci ha pure costruito la tesina degli esami: si intitola “da Quarto al Volturno” di Giulio Cesare Abba. Il libro è lì, sulla mensola, nel raggio visivo di Paolo tutte le volte che si sdraia per guardare la tv. Colorato come la bandiera italiana. A ricordare l’impresa dei Mille e tutto il resto. Ti è piaciuto? “No, è una palla, ho capito perchè l’ho mollato all’epoca. Sì, insomma – poi si pente di questa frase cattiva, che quasi ci si è affezionato a quel libro – è un diario, ti deve piacere il genere”. Dopo di quello, ha letto “Il barone rampante” e “Il visconte dimezzato”, entrambi  di Italo Calvino. “Erano corti e avevo bisogno di aggiungere titoli alla mia rinascita da lettore”. Esattamente quel che mi ha portato alla Maratona di Libri, ho pensato. E ora sta leggendo “Fahrenheit 451” di Ray Bradbury, libro di fantascienza dalla copertina accattivante per come la ricordo io, anche se non l’ho mai letto, nè comprato. Ci siamo consigliati dei libri: e, per me, ha il “De Bello Gallico” di Giulio Cesare – magari non in latino – mentre io gli ho consigliato “La fattoria degli Animali” di Gerorge Orwell che ho letto da piccola e vorrei rileggere. Lo ricordo nella libreria della mia casa di via Meucci – l’ho cambiata nel mentre – ma non ricordo nient’altro. Perchè certi libri li dimentichi e altri no?

Please select template “blog excerpts” from the page attributes panel (right side) to make this shortcode work
Please select template “blog excerpts” from the page attributes panel (right side) to make this shortcode work

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *