Rio Day non lo so più- I fischi a Giada Rossi per il tetra-loop! Siam mica all’oratorio!

giada_rossi
Giada Rossi, 3° posto alle Paralimpiadi

Allora, ieri sono andata a vedere il tennis tavolo. A parte che è stata una figata, che amo il ping pong perché le partite che facevo al mare al 101 perché i miei genitori non mi facevano uscire di sera fino alla veneranda età di 24 anni (no va beh, scherzo dai!) mi hanno fatto amare questo sport, anche se io l’ho sempre visto come meraviglioso “ammazzatempo”. Comunque, gara per il terzo posto tra Giada Rossi – di Poincicco di Zoppola, in provincia di Pordenone, mica fichi – e la thailandese con un nome e cognome impronunciabile: Chichitparyak Bootwansirina . Va beh, Giada vince il primo set ai vantaggi e il secondo 11-0 (minchia!). Nel terzo, le due sono punto a punto. E sul 9-9, l’italiana tira fuori dal cilindro il “tetra-loop”. Un pallonetto “bastardissimo dentro”, proprio, alto alto, che va a toccare il tavolo appena passata la rete. Ecco, siccome la categoria è quella dei tetraplegici, difficilmente la giocatrice avversaria può rispondere ad un colpo del genere! Quindi cosa succede? Che Giada vince il bronzo grazie a questo colpo. E il pubblico, sì ve lo giuro, ha fischiato.

Tre considerazioni prima di leggere l’articolo su Gazzetta dello Sport

  1. Non è che fare un colpo del genere per Giada Rossi – tetraplegica a causa di un tuffo – sia facile. Non ha sensibilità nelle mani e questo vuol dire che lo prova e riprova delle ore e delle ore, mi ha detto il suo allenatore Alessandro Arcigli.
  2. Cos’è sta storia che non posso fare un colpo che l’avversario non riesce a prendere? Dove stiamo? All’oratorio, che dobbiamo far giocare e vincere tutti? Si giocava una medaglia di bronzo, Giada, per la miseria, doveva giocare sul dritto che era il punto di forza della thailandese? Io manco contro il mio ragazzo lo farei (ah, di solito finiamo a botte quando giochiamo a ping pong).
  3. Questo è sport signori: si gioca per vincere e per evidenziare le debolezze dell’avversario. Fuori tutti amici, in campo, deve essere una battaglia.

2 comments

  1. Oltre al fatto che il tetra-loop è un colpo validissimo dal regolamento, che anche l’avversaria poteva fare, ma che ha evitato non per aiutare Giada, ma magari perché non era brava nel metterlo in atto. Se a Giada viene bene beh, tanto meglio per noi 😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *